Educazione religiosa

Educazione religiosa

PADRE NOSTRO

Il bambino diviene capace di comprensione e lettura del religioso attraverso la decodificazione dei segni e dei simboli che incontra nella sua esperienza
culturale. Ciò gli è possibile nella misura in cui riesce a superare positivamente quelle fasi che lo aiutano ad “ interiorizzare “ la regola a realizzare
l’incontro    la reciprocità ad essere capace di scambio – dono. Egli realizzare la propria religiosità attraverso l’ esperienza con le persone, con i valori condivisi, con la cultura e la storia. Lo scambio diviene segno tangibile di un incontro che si è reso efficace; questo si realizza quando il bambino dopo aver fatto “ esperienza di significati “ si fa a sua volta tramite di uguali esperienze per gli altri, siano coetanei o adulti.

Nei momenti in cui il bambino inizia a partecipare alle funzioni religiose ed alla
vita della parrocchia, intuisce di far parte di qualcosa di più grande  e più complesso, ma non riesce a darsi le spiegazioni necessarie e a soddisfare il suo bisogno di curiosità. Tale bisogno diviene un bisogno fondamentale nel
momento in cui i bambini iniziano a porsi domande riguardo le origini della
vita, la nascita, la morte di una persona cara, la creazione…; il compito degli
adulti e anche  degli insegnanti quindi è quello di “…spianare la strada e di
operare positivamente, perché il cammino dei bambini verso Gesù sia più
sicuro e gioioso” poiché “la tenera età dei bambini non giustifica la rinuncia
a rispondere alle loro domande e a soddisfare i loro bisogni…”

Finalità:

    • Scopre nei racconti del Vangelo la persona e l’insegnamento di Gesù, da cui apprende che Dio è Padre di tutti e che la Chiesa è la comunità di uomini e di donne unita nel suo nome, per sviluppare un positivo senso di sé e sperimentare relazioni serene con gli altri, anche appartenenti a differenti tradizioni culturali e religiose.
    • Osserva con meraviglia ed esplora con curiosità il mondo, riconosciuto dai cristiani e da tanti uomini religiosi come dono di Dio Creatore, per sviluppare sentimenti di responsabilità nei confronti della realtà, abitandola con fiducia e speranza.

                                                        Visualizza immagine di origine